Mi odio, ma non abbastanza.

Sono le tre meno dieci del mattino, sto bevendo le mie tisane della buona notte e ho attivato il mio amato diffusore di aromi. Negli ultimi giorni prediligo l’olio essenziale di arancio dolce, mi piace molto e mi rasserena. Il diffusore è stato l’acquisto dell’anno. Ha un potere troppo magico e rilassante sulla mia mente, tant’è vero che è diventato come un rituale accenderlo ogni sera prima di andare a dormire.

Ieri notte sono riuscita a dormire fino al mattino tardi senza mai svegliarmi. Incredibile! Sono troppo contenta per questo, ancora non ci posso credere. L’ho scritto sui social e tutti i miei amici hanno esultato e mi hanno scritto!! Che conquista.

Stasera ero abbastanza assonnata, ma alla fine sono andata a casa della mia migliore amica a bere una camomilla e chiacchierare. Ultimamente non ci vediamo tantissimo, quando stavo con il mio ex avevamo un po’ perso il giro assieme perché io ero troppo concentrata su di lui e per altre questioni che non sto qui a dirvi. Appena ho avuto bisogno però lei c’è stata, come sempre dopotutto. Penso sia l’unica persona che conosce e rispetta questo mio lato del carattere, ovvero che mi prendo dei periodi in cui sparisco per tutti ogni tanto.

Ultimamente ci vediamo una volta alla settimana circa, ma ci sentiamo tutti i giorni. Cerca sempre di invitarmi ad uscire con lei ed altri suoi amici, ma spesso rifiuto per stare nella mia bolla. Tante volte vorrei dirle per intero cosa mi sta succedendo, vorrei avere il coraggio di raccontarle che nella mia testa frullano pensieri pesanti come macigni, ma alla fine preferisco sempre evitare. Io e lei abbiamo questo potere di sdrammatizzare le faccende anche più gravi, siamo sempre state così e non voglio che smetta di esserlo. Ci prendiamo in giro delle nostre sventure e “alleggeriamo” il peso emotivo delle situazioni scomode. Mi piace, mi fa stare bene.

Domani ho prenotato l’estetista per sistemare le mie unghiette. Ero molto indecisa a riguardo, infatti ho temporeggiato al punto che la copertura dello smalto semipermanente è al limite. Avevo dei dubbi riguardo al senso del tenere le mie unghie curate come al solito. Sono anni che tengo le mani super curate e non ho mai avuto momenti di sconforto a riguardo. Ultimamente invece ho pensato fosse inutile.. un po’ come comprare vestiti e andare dal parrucchiere.

Perché farmi bella per nessuno? Tanto non ho un lavoro, non ho una vita sociale abbastanza attiva e non mi vede nessuno. A cosa mi serve sistemare la mia esteriorità, pettinarmi e darmi lo smalto per poi stare nel letto? A niente. Così ho temporeggiato, con queste idee in testa che ogni tanto balzavano fuori. Posso fare anche schifo e non lavarmi, tanto chi mi vede? Ho fatto un giro al centro commerciale e non ho acquistato nulla, tanto con chi esco?

La scorsa estate andavo in estasi a comprare vestitini da sfoggiare a cena con il mio ex. Impazzivo lo volevo tutti e non aspettavo altro che mostrarglieli. Ora al massimo mi compro un pigiama o una borsa dell’acqua calda.

A una certa però, oggi, mi è balenata questa risposta improvvisa: io le unghie le faccio per me stessa.

Si esatto, le faccio per ME. Non le faccio per il mio ex, per gli altri, le ho sempre fatte solo ed esclusivamente per me, che rispecchiassero il mio gusto personale e fanculo se qualcuno diceva “sono troppo lunghe”, “sono troppo appuntite” o altri giudizi superflui. Sono il mio vizio, il mio biglietto da visita e potrò anche morire di depressione nel mio letto, circondata da gatti, con le occhiaie fino ai piedi e i peli nelle gambe, ma le mie unghiette saranno sempre perfette.

Questo ragionamento mi ha tirato sù un po’ il morale. Se riesco a dire queste cose, ed è sostanzialmente frutto della mia mente e del mio ragionamento, vuol dire che c’è un po’ di luce in lontananza in fondo al tunnel. Significa che forse un po’ di amore per me stessa è rimasto, che mi faccio schifo, ma non al punto di distruggermi totalmente.

Insomma, se smetto di curare le mani, ho capito che la situazione è al limite della gravità. Per quanto riguarda il parrucchiere invece, avrei voglia solo di radermi a zero.

Annunci

Un pensiero riguardo “Mi odio, ma non abbastanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...